Big in Japan

milk

Dì un po’: te le sei fatte le tue orette di coda all’Expo, eh?

Neanche il tempo di chiudere l’evento più contestato e celebrato dell’anno che subito si scatena la corsa al bilancio finale: successo? Flop? Vetrina internazionale o carrozzone commerciale?
Di entrare nel dibattito politico/culturale/socioeconomico dell’Expo 2015 poco ci interessa. Quello che interessa a un pubblicitario è capire che cosa ha funzionato e perché.
Specie in termini di messaggio e di impatto visivo. Valga su tutti un esempio.

Se per ammirare il padiglione del Giappone sono servite anche 6 ore di coda, la ragione non sta solo nelle criticità di gestione del flusso. Evidentemente, lì dentro c’era qualcosa di speciale.
D’altronde, l’Exhibition Marketing è uno degli strumenti più importanti per chi lavora nella comunicazione.

Il concept dello stand ruota intorno al concetto di “Diversità Armoniosa“. E l’armonia, oltre che idea chiave della cultura nipponica, pervade il padiglione del Sol Levante, a partire dalla soluzione architettonica: 17mila pezzi di legno incastrati l’un l’altro, per lasciare entrare la luce naturale. Fin dall’ingresso siamo immersi nel tema, grazie a installazioni video che illustrano la fusione di animali e vegetali; i filmati delle risaie sono protagonisti della stanza della “preparazione psicologica”: è il preludio ideale al macrotema dell’esibizione milanese. Il cibo.

Niente a che vedere con una classica presentazione di cucina tipica. I contenuti sul cibo sono letteralmente “a cascata”, grazie a un’installazione che diffonde le informazioni simulando l’effetto di una cascata.
Ovunque c’è interattività, tra i tavoli virtuali per scoprire i piatti della cultura nipponica, dove le pietanze sono la risultante di un connubio di componenti. Ancora una volta, l’ingrediente principale è l’armonia.

Dal logo che evoca un bastoncino usato per i pranzi di festa, fino alla disposizione degli elementi nello stand, il padiglione del Giappone è un esempio concreto di comunicazione integrata, dove per “comunicazione integrata” si intende un progetto le cui parti rispondono in modo coerente e coordinato alla visione d’insieme.

Un modello per l’Italia, in Italia.