Svegliati, creativo

milk

A cosa pensi, quando torni dalle vacanze?

Alle vacanze.

Sei lì che fantastichi sugli scogli a picco sul mare, le barche ormeggiate, il sorriso della bagnante. Vero?

Che caldo che fa oggi, a Lisbona…

Svegliati. Sei in ufficio.

Ah, ecco.

Scommetto che vorresti schiaffeggiarti, ma il corpo non collabora: le tue mani sono già sulla tastiera, a digitare il primo post del rientro.

Oh sì, tra poco rientro in acqua…

Cosa ti dice, la testa?

Che è stato bello non pensare.

Ottimo. Aiuta a pensare.

Pensa quello che vuoi.

Penso che la tua mente è stata vergine abbastanza.

Vergine? A me?

Si ricomincia da zero. Sei pronto?

Zero. 

Meglio. Sarai più elastico.

Elastico? Bello, il Bungee Jumping sugli scogli…

Cos’hai capito? Svegliati. Sei al computer.

Già…

C’è da fare: scrivere, correggere. Pensare.

Ma io pensavo che…

Che niente. Devi diffondere promesse. Lo farai?

Promesso.

Bravo. Ora racconta l’impossibile.

Beh, almeno uno scoglio mi è rimasto.