# B R I E F

Se gergo trovo

Bisogna leggere il brief.

Brief. Ti sembra di aver già sentito questa parola, vero? “Mi dia un etto di roast brief“. No, forse no. Suona male.

Il brief è un vademecum. Intanto sono passato dall’inglese al latino e tu ti stai ancora grattando la testa.

Chiamiamolo con il suo nome, allora. “Riassunto“. Il brief è un documento dove il cliente spiega all’agenzia che cosa vuole comunicare e come. Traccia lo stile, delinea la forma, delimita il target. E a te tocca seguirlo. Per filo e per segno.

Ci sono brief lunghi, corti, interpretabili, disprezzabili, velleitari, incomprensibili. Insomma, un brief per ogni tipo umano. In un certo senso, ne rispecchia vizi e difetti.

Meglio semplici o complessi? Tu per chi briffi?

La prossima volta ti spiego l’headline. Ho i titoli per farlo.

Tu intanto cerca in giro. Che se gerghi, magari trovi.